La nostra domanda: Sapete a quale carico può resistere la vostra rete antigrandine?

Il nostro motto: La vostra sicurezza è il nostro lavoro!

In collaborazione con l’Università tedesca di scienze applicate per la tecnologia e il design tessile di Hof e l’Istituto sassone per la ricerca tessile (Sächsisches Textilforschungsinstitut e.V. (STFI)), i limiti fisici del sistema brevettato di rete antigrandine CMG con chiusura a cerniera sono stati testati secondo le attuali norme europee.

Il compito non era solo quello di testare il sistema della rete con cerniera, ma anche di testare i singoli componenti come cerniera, cuciture, rete antigrandine e cursore.

I risultati relativi ai valori noti, ma anche ai valori attesi, sono stati notevoli.

 

Il contenuto del test:

La determinazione del comportamento forza-allungamento delle reti mediante il “FULL SCALE TEST” ha prodotto risultati e valori misurati che non erano stati finora provati per le reti antigrandine, poiché qui la norma italiana Uniplast per la determinazione del comportamento forza-allungamento dei monofili verifica semplicemente il carico sul filo di tessitura. Ciò che è nuovo ora è la conoscenza di quale carico di grandine sopporta realmente un tale tessuto (rete antigrandine). L’esperienza precedente si basava di solito su stime e osservazioni dopo gli eventi di grandine.

 

Le prove:

Con le norme sopra menzionate, sono stati effettuati test approfonditi sul monofilo, sulla rete, sulla cucitura, sul nastro per cerniere lampo e sulla chiusura lampo.

Dopo tutti i suddetti test sui singoli materiali con risultati estremamente positivi, il test del sistema è arrivato con il “FULL SCALE TEST”. A questo scopo, la rete antigrandine CMG con cerniera lampo è stata fissata per attrito in un telaio speciale di 3,00 x 3,00 m. La cerniera è stata posizionata al centro e quindi è passata esattamente su una semisfera di plastica con un diametro di 500 mm, che è stata montata su un cilindro servo-idraulico. Con una forza definita, il cilindro idraulico è stato mosso verso l’alto, simulando un camion che ribalta tonnellate di carico pesante. Questa sollecitazione estrema andava ad una velocità di 200 mm al minuto e terminava con un forte botto ad un’altezza di sollevamento di 81,4 cm.

 

I risultati:

Che cosa è successo? La rete antigrandine si è strappata dopo un carico di 6,3 kN o 630 kg. La cerniera e la cucitura sono rimaste intatte.

Ora è il turno della cerniera CMG, il cuore del sistema di protezione!

Con un valore medio di 3,9 tonnellate dopo tre prove di trazione laterale secondo la norma, è stata confermata l’elevata sicurezza in un evento di grandine.

Qui va detto che questo tipo di test sulle reti viene utilizzato anche per le reti di sicurezza nel trasporto aereo.

Nella foto di nuovo un’istantanea del “FULL CRASH TEST” poco prima dello schianto della rete di prova.

 

Sommario:

Prove del successo della rete e del sistema CMG: DIN/IT/ISO 10319, 10321, 2062, DIN/IT 16732

Ciò che è stato per il frutticoltore, l’agricoltore, il costruttore di parcheggi solo una questione di fede e anche una questione di fiducia nei confronti del suo fornitore di sistemi antigrandine, è ora, con il sistema di reti CMG sul banco di prova, per la prima volta nella storia delle reti antigrandine una questione definita.

Manteniamo ciò che promettiamo. La sicurezza è qualità!

Martin Kloberdanz CEO      Georg Gallmetzer CTO

 

Prossimo numero:

Nel prossimo numero riporteremo i carichi statici dei frutteti con reti antigrandine CMG in relazione ai carichi di vento: “Da un mite vento estivo a un temporale! Cosa limita la costruzione con la rete e solo la rete?”